Puccia Salentina
search

Puccia Salentina


La puccia salentina, nota anche come puccia leccese, è uno squisito panino fatto dello stesso impasto della pizza. La lievitazione è naturale e la cottura avviene a pietra. La Terra di Puglia propone pucce artigianali sottovuoto per i suoi clienti che amano organizzare pasti veloci sotto il segno della qualità. La puccia del Salento proposta in questa pagina è già cotta: non dovrai far altro che metterla per qualche minuto in forno o su una piastra calda, ed attendere che rinvenga. Ti accorgerai che è pronta per essere farcita perché si gonfierà leggermente, diventando soffice come non mai. A quel punto, tagliala orizzontalmente, farciscila e gustala! 

Attenzione: il prezzo indicato è riferito alla confezione che ne contiene 2.

1,92 €

Non disponibile

La quantità minima ordinabile per questo prodotto è 4.


Sconti sul volume

Quantità Prezzo unitario Risparmia
14 1,73 € Fino a 2,69 €
Riferimento
LTP-PUCCIA
Formato
230 gr
Ingredienti
Farina di grano tenero tipo ’00’, semola di grano duro (35%), acqua, lievito naturale, olio extravergine d’oliva, sale iodato (2%), germe di grano(1%), conservanti: acido sorbico, propionato di calcio. Può contenere tracce di latte, soia, sesamo.
Produttore
Laterradipuglia

Alla scoperta della puccia salentina

La puccia è un panino tipicamente salentino che ci piace definire gourmet. E pur tuttavia, la sua origine è tutto fuoché gourmet, ma anzi, è un vero e proprio piatto di strada. Pensate, fu inventata dai legionari romani, che avevano bisogno di un cibo pronto, gustoso e poco deperibile, da trasportare qua e là durante le loro trasferte sul territorio. Una storia di certo già sentita: molte specialità pugliesi e italiane sembrano proprio nate per esigenze di tipo pratico legato al poco tempo a disposizione per preparare pasti caldi in luoghi chiusi. Pensiamo alla frisa, anch'essa "inventata" dai contadini del Salento e dai contadini Pugliesi, pronta per essere fatta rinvenire con poca acqua e condita a piacere; ma, spostandoci fuori regione, anche ai grandi piatti della tradizione italiana. Si dice per esempio che la pasta alla carbonara sia stata inventata dai minatori laziali che, analogamente a quanto descritto or ora per la puccia o per la frisa, avevano l'esigenza di avere sottomano ingredienti veloci e trasportabili agevolmente. Ma torniamo alla nostra puccia leccese.

La puccia pugliese: bontà e tradizione morso dopo morso

La puccia leccese è l'alternativa verace e familiare e tutta pugliese al fast food. Un modo genuino e strepitosamente locale per pasteggiare con un panino. Falla "rinvenire" e gonfiare qualche minuto in forno e poi farciscila con tutto il meglio dei prodotti tipici pugliesi: verdure essiccate al sole, ortaggi sott'olio come carciofi o peperoni, melanzane a filetti, mix di verdure miste, ma anche tonno, caciocavallo pugliese, giardiniera, squisiti patè e condimenti e, perché no, il favoloso Capocollo di Martina Franca.

Non sempre abbiamo tempo per preparare pasti cotti ed elaborati, ma ciò non significa che dobbiamo rinunciare alla qualità. La puccia salentina in questo senso rappresenta la risposta alla voglia ed all'esigenza di mangiare bene, buono e sano anche quando il tempo stringe. La puccia si può preparare velocemente a casa quando si ha molto da fare o bisogna tornare velocemente al lavoro, e si può anche preparare al mattino e poi portare con sé per la pausa pranzo (in tal caso potete preparare la puccia al mattino e poi avvolgerla in una pellicola per alimenti).

Oppure, se il tempo non è tiranno, si può preparare di sera, dando vita ad un vero e proprio puccia party, anche in compagnia. In tal caso, il consiglio che vi diamo è quello di riscaldare le pucce e poi sistemare, al centro della tavola, tutte le farciture delle quali disponete: affettati, sottoli, verdure fresche (come pomodoro a fette o rucola), formaggi e latticini (ancor meglio se pugliesi), e così via. In questo modo ciascun commensale potrà farcirsi la sua puccia salentina in autonomia. 

Cos'è la puccia salentina?

Ma facciamo un passo indietro e vediamo di comprendere meglio cos'è la puccia salentina che La Terra di Puglia propone ai suoi clienti. E' uno panino, o meglio uno scrigno di pasta (simile alla pasta della pizza), che noi facciamo lievitare naturalmente e poi cuciniamo a pietra. I passaggi fondamentali, che rendono la puccia leccese a marchio La Terra di Puglia davvero speciale e unica nel suo genere, sono i seguenti: 

  • - scelta delle materie prime d'eccellenza
  • - lievitazione naturale, avvenuta nei tempi giusti
  • - cottura a pietra

Come condire la puccia leccese alla perfezione

Come già accennato sopra, la puccia leccese è un prodotto tipico del Salento. Siete liberi naturalmente di farcirla come meglio credete, usando hamburger, cotolette o quant'altro, ma la tradizione gastronomica pugliese ci porta in realtà da tutt'altra parte. I grandi protagonisti sono difatti gli ortaggi pugliesi: largo alle verdure grigliate e ai sottoli, che non devono mancare mai. Nel leccese, così come in provincia di Taranto, vi capiterà di imbattervi in puccerie, dove accomodarvi al tavolo o al banco per una buona puccia fatta e farcita al momento. E, tra i condimenti disponibili, troverete tantissimi ortaggi pugliesi. Ma torniamo a noi e vediamo come condire la puccia leccese dovunque voi siate. Vi diamo alcune idee: 

  • - affettati locali, ma se volete rimanere in stile pugliese vi consigliamo di prendere un buon Capocollo di Martina Franca (in vendita sulle pagine di questo shop) o del buon prosciutto crudo di Faeto
  • - formaggi e latticini pugliesi, tra cui spicca il caciocavallo, perfetto per queste preparazioni
  • - ortaggi e verdure fresche, come pomodori a fette, rucola, insalatina
  • - lampascioni o carciofini 
  • - ortaggi sott'olio o grigliati 
  • - della buona salsiccia pugliese tagliata a punta di coltello

Non condite la puccia senza averla riscaldata: il risultato non sarà eccellente come invece lo sarà se la scalderete adeguatamente su piastra rovente o in forno. Vi basteranno 3 minuti di calore per lato per farla gonfiare incredibilmente e per ottenere un prodotto goloso proprio come in Puglia! Inoltre, se la puccia sarà ben calda, eventuali formaggi fonderanno a meraviglia. 

Le idee non mancano: ricordate che ogni pack include 2 pucce, dunque potrete acquistare diversi pack e organizzare il vostro puccia party, oppure acquistarne qualcuno di più e metterlo da parte per altre occasioni. 

Non confondere la puccia leccese con la puccia dell'Immacolata

In Salento la festa dell'Immacolata è molto sentita ed è abitudine, la vigilia del giorno di festa, ovvero il 7 dicembre, dedicarsi alla preghiera e praticare il digiuno tutto il giorno. Solo a cena si potranno mangiare molti piatti tipici della tradizione, che molte famiglie ancora oggi preparano anche per avere una buona occasione per ritrovarsi tutte insieme intorno a un tavolo ben imbandito. A pranzo, invece, si pratica un digiuno simbolico. Per il pranzo del 7 dicembre si gusta la puccia dell'Immacolata, che nulla ha a che vedere con il panino qui sopra descritto e in vendita su questa pagina. La puccia dell'Immacolata è un panino soffice e particolarmente spesso, ricco di farina e di mollica. Lo si prepara appositamente in questa data e lo si farcisce con tonno, formaggio svizzero e, occasionalmente, un'alice. Questa preparazione è tipica della città di Gallipoli, ma si prepara ampiamente in tutto il Salento. In alcune zone del Salento è detto anche "buffetto". 


Prodotti correlati