Capperi del Salento al sale marino
search

Capperi del Salento al sale marino 75gr


Sono tipici del paesaggio del Salento e della tradizione dei contadini. Durante tutto il ‘900 la mattina presto intere famiglie si riversavano nelle campagne per raccogliere i capperi, uno ad uno, dalle piante cespugliose e basse. Vasetto da 75 grammi di contenuto netto. PRODOTTO SENZA ACETO

7,45 €

Non disponibile


Voto 5/5 Basato su 8 recensioni dei clienti
Riferimento
CNTD-CPPS0075X6
Zona di provenienza
Lecce / Salento
OGM FREE
Si
Prodotto lavorato a mano
Si
Conservanti
Naturali
Tipo di agricoltura
Integrata
Prodotto senza ACETO
SI
Ingredienti
Capperi di origine salentina 80%, sale integrale 20%
Conservazione (liquido di governo)
Sotto sale
Adatto per
Vegani / Vegetariani
Formato
75 gr
Filiera Corta / Km 0
Si
Produttore
iContadini

Se hai avuto occasione di trascorrere qualche giorno in Salento, sicuramente avrai fatto caso alla presenza di numerose piante di cappero, che spuntano naturalmente un pò ovunque. Sul ciglio della strada, agli angoli delle abitazioni, nelle campagne, la pianta di cappero è una pianta infestante e si può insediare un pò ovunque, a patto che trovi il clima ed il punto che le sono maggiormente congeniali. Piantare il cappero non è impresa facile!I nostri capperi vengono conferiti presso la nostra azienda dai contadini locali. Qui, ci occupiamo di lavarli, depicciolarli e lasciarli circa 3 mesi sotto sale a maturare. A questo punto li asciughiamo dalla loro acqua di vegetazione e li invasiamo con altro sale marino.La varietà di cappero che proponiamo è il Cappero di Racale, ed è davvero gustosa. Ci puoi fare praticamente di tutto: usalo per la tua pasta alla pizzaiola, sulla pizza, nelle insalate di patate, nelle tue polpette o nei tuoi involtini...il cappero è un frutto versatile ed irresistibile, un pò come il peperoncino!

Informazioni sui capperi pugliesi

Sono tipici del paesaggio del Salento e della tradizione dei contadini. Durante tutto il ‘900 la mattina presto intere famiglie si riversavano nelle campagne per raccogliere i capperi, uno ad uno, dalle piante cespugliose e basse. Negli anni ’70 Racale era tra i paesi leader nella produzione del cappero.

Oggi purtroppo sono sempre meno i contadini che con uiscono i capperi nella nostra azienda agricola. Quando arrivano qui i capperi vengono lavati, depicciolati e maturati sotto sale per 3-4 mesi. Vengono poi asciugati dell’acqua
in eccesso e miscelati con sale marino secco delle saline di Margherita di Savoia, quindi invasati al naturale.
Siamo impegnati nell’impianto di nuove piante nella nostra zona, e nella promozione del cappero a livello nazionale e internazionale. Questa lavorazione può rappresentare una leva contro la crisi per il nostro territorio. 

Il “cappero di Racale” è un frutto profumato e unico. Può essere abbinato a insalate verdi o di patate, pesce, carne stufata con vino bianco, pasta alla pizzaiola. Noi le usiamo per preparare le “pittule” (bocconcini di pasta di pane fritti) con pomodori, capperi e acciughe.


Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Prodotti correlati