Pitteddhe Ripiene all'uva
search

Pitteddhe Ripiene all'uva


Deliziose crostatine all'uva richiuse parzialmente su loro stesse, tipiche della tradizione salentina. Sono ripiene di composta d'uva, deliziosa e dolce al punto giusto. Piccole bontà da offrire come fine pasto ai tuoi ospiti o come merendina golosa (e sana) ai tuoi bambini.

4,45 €

Ultimi articoli disponibili


Quantità disponibili: 1

Sconti sul volume

Quantità Prezzo unitario Risparmia
2 4,19 € Fino a 0,53 €
Riferimento
PRT-PITTEDDHE-UVA
Zona di provenienza
Lecce / Salento
Prodotto lavorato a mano
Si
Formato
225 gr
Ingredienti
Farina di grano tenero "0", composta di uva 35%, burro (latte), uova fresche, semola di grano duro, lievito in polvere, miele, aroma naturale di vaniglia, limone.
Filiera Corta / Km 0
Si
Produttore
Laterradipuglia Dolci

Crostatine all'uva pugliesi: buone, belle, pitteddhe

Le crostatine all'uva sono un delizioso dessert che esalta il sapore naturale dell'uva in piccole porzioni individuali. Una crostata con uva può essere preparata in diverse varianti, tra cui la crostata di uva bianca, che utilizza uva bianca per un gusto più delicato. La crostata d'uva è un dolce tradizionale, perfetto per ogni occasione, e la ricetta della crostata d'uva può variare in base agli ingredienti e alle preferenze personali.

Sia che tu scelga di preparare una crostata all'uva in un formato grande o delle crostatine all'uva in miniatura, l'importante è utilizzare uva fresca e di qualità. Le crostatine all uva e la crostata uva sono ottime opzioni per chi cerca un dolce semplice ma elegante. Seguire una buona crostata d'uva ricetta garantisce un risultato che conquisterà tutti i palati, rendendo la crostata di uva e la crostata uva bianca o nera dei veri protagonisti delle tavole italiane.

Le pitteddhe, variante regionale delle classiche crostatine

Le "pitteddhe salentine" sono un tesoro gastronomico che delizia i palati nel cuore della splendida regione del Salento. Queste crostatine di frolla, ricche di storia e tradizione, sono un'eccellenza culinaria che incarna il calore e l'amore delle comunità locali per la buona cucina.

Pasta frolla e confettura, sapori sempre di casa

La loro preparazione è un'arte tramandata di generazione in generazione. La base di frolla, realizzata con farina di grano, burro e zucchero, costituisce un guscio croccante che avvolge dolcemente la vera stella di questa delizia: la confettura. Spesso preparate con confetture locali, come quella di fichi o agrumi, le pitteddhe salentine, note qua e là anche come pittegge esplodono di sapore con ogni morso.

Un souvenir goloso da portare a casa o comprare online

Queste prelibatezze non sono solo un piacere per il palato, ma incarnano anche la ricca storia della cucina salentina. Le pitteddhe sono spesso preparate in occasioni speciali, come matrimoni o festività religiose, e sono condivise con amici e parenti come segno di affetto e gioia.

La loro presenza nei mercati locali e nelle pasticcerie artigianali è un elemento caratteristico del Salento, e spesso chiunque visiti la regione non può resistere a portare a casa una scatola di queste delizie come souvenir goloso.

Mentre il mondo moderno evolve, le pitteddhe salentine continuano a essere un pilastro immutato nella cultura e nella tradizione salentina. La loro preparazione artigianale e l'uso di ingredienti locali testimoniano un impegno continuo nel preservare e celebrare la ricca eredità culinaria di questa affascinante regione.

Le pitteddhe salentine non sono solo crostatine di frolla ripiene di confettura; sono un simbolo di identità culinaria, un ponte tra passato e presente, un'esperienza di gusto che trasporta chiunque le assapori direttamente nelle tradizioni cupe e nelle atmosfere accoglienti del Salento.

Informazioni sulle pitteddhe salentine

Le pitteddhe salentine sono crostatine con confettura fatta in casa. Le potete trovare a base di confettura di mela cotogna, di uva, di fichi, con marmellata di agrumi o altro. Note anche con il nome di crostatine stellate, sono dolcetti ripieni salentini perfetti per le occasioni di festa o per la colazione o merenda di tutti i giorni. Sono "cugine" delle forse meno note chinuliddre o chinuliddhre salentine, gusci di pasta frolla che anzichè avere la forma di stellina, si presentano a forma di saccottini.