Tarallini al grano arso
search

Tarallini al grano arso


Scopriamo insieme i tarallini al grano arso, un prodotto dell'arte panificatoria pugliese decisamente gustoso, saporito e verace. E se i taralli pugliesi sono già un prodotto tipico pugliese tra i più antichi ed autentici che si possano immaginare, quelli al grano arso ci portano davvero incredibilmente indietro nel tempo. Un tempo in cui il grano era poco ed il lavoro (faticoso) nei campi era molto. E a chi lavorava la terra per conto dei latifondisti pugliesi restava in mano poco o niente, se non una manciata di chicchi di grano rimasti abbandonati dopo la bruciatura delle stoppie. Ma conosciamo meglio questi tarallini al grano arso.

2,69 €

Non disponibile


Sconti sul volume

Quantità Prezzo unitario Risparmia
6 2,49 € Fino a 1,20 €
Riferimento
LTP-TARALLINI-ARSO
Zona di provenienza
Bari
OGM FREE
Si
Prodotto lavorato a mano
Si
Formato
200 gr
Ingredienti
Farina di grano tenero "0", vino bianco, farina di grano arso 30%, olio di girasole, olio di oliva, sale
Informazioni Nutrizionali
Confenzionato in ambiente che utilizza frutta fresca, uova e derivati del latte.
Filiera Corta / Km 0
Si
Produttore
Laterradipuglia Taralli

Tarallini al grano arso

I taralli pugliesi o tarallini hanno una storia molto antica. I più piccolini presentano un diametro minimo, giusto giusto quanto il dito di chi li prepara. I più grandi invece sono veri e propri anelli od anellini di pasta. Anche i nomi cambiano da nord a sud. Si consideri che la regione Puglia è davvero particolarmente lunga! E allora, quelli che nel foggiano chiamiamo "scaldatelli", altrove prendono il nome di taralli bolliti, di taralli oppure di tarallini.

Cambia il nome, cambia talvolta la dimensione, ma l'essenza di questo straordinario prodotto non cambia, ovvero il suo sapore unico nel suo genere, dovuto, in questo caso, ad una farina particolare che ha una storia antica da raccontarci. Una storia che vede come protagonisti i contadini pugliesi. Cos'è il grano arso In tutta la Puglia ed in particolar modo nella Capitanata vi era un tempo un'abitudine contadina particolarmente consolidata. Era quella di bruciare le stoppie dopo la mietitura del grano. Una tradizione antica della quale fatichiamo ad individuare l'origine. La bruciatura era un momento di festa: dopo il raccolto si bruciavano i campi al tramonto e si proseguiva sino a notte inoltrata. Con l'occasione si organizzavano cene, banchetti, momenti di condivisione, di ballo e di festa. La bruciatura delle stoppie non era mai eseguita a caso: era fondamentale indirizzare ed accompagnare le fiamme in modo che non invadessero le campagne circostanti. Era fondamentale, poi, eseguire la bruciatura in modo accurato. La bruciatura era considerata un modo per liberare i terreni da eventuali impurità o parassiti, preparandoli alla prossima semina. E non solo: la cenere rimasta sul campo era a sua volta un ottimo fertilizzante.

Cambiano i tempi, cambiano le abitudini, ma i sapori antichi non passano mai di moda

Oggi i tempi sono cambiati e questa pratica non si esegue più in quanto è confermato che è inquinante. Difatti, la combustione delle stoppie non solo non è utile al campo (perchè lo inaridisce e rende poco ospitale per le semine successive), ma è anche inquinante per l'aria che respiriamo, perchè libera anidride carbonica. Ma torniamo al nostro grano arso. Cosa rimaneva dopo la bruciatura? Rimanevano dei chicchi di grano bruciacchiati che erano scappati alla mietitura. Dunque, i contadini che lavoravano a servizio presso i grandi latifondisti, non avendo molte risorse con cui nutrirsi, ne approfittavano, li raccoglievano e ne facevano una farina da usare in casa. Una farina a base di grano arso, per l'appunto. Ancora oggi nelle proprietà private in giro per la Puglia gli anziani usano il fuoco per "ripulire" bordure, fossi o piccoli appezzamenti di terreno nel passaggio da una stagione alla successiva. Una pratica non sempre sicura in quanto basta un colpo di vento ed il fuoco diventa ingestibile. Analogamente, anche i rifiuti spesso subiscono la stessa sorte. Se vi domandate il motivo di queste pratiche, ora lo conoscete: affonda le radici in un passato lontano, dove la civiltà contadina era fondata su regole ben precise.

I tarallini al grano arso portano in tavola una storia antica quanto l'uomo che ha inventato questa particolare farina

Ma torniamo ai nostri tarallini al grano arso. I tarallini al grano arso portano in tavola il sapore e l'essenza di un'antica tradizione pugliese I tarallini al grano arso hanno un sapore intenso che ci riporta indietro con la memoria a quelle serate nelle quali si usava bruciare le stoppie ed i campi tra una raccolta ed una semina. Ci piacciono per la loro fragranza e per il loro sapore così deliziosamente verace. Un sapore che ci conquista ancor di più ora che conosciamo la storia dell'origine della farina di grano arso. Una farina che sicuramente abbiamo già sentito nominare più volte, ma della quale non conoscevamo forse la storia autentica.

Taralli pugliesi shop online: La Terra di Puglia è a tua disposizione

La Terra di Puglia è shop online di prodotti tipici pugliesi ed è uno degli shop più amati dagli italiani che desiderano gustare i sapori autentici ed originali di un tempo senza dover impazzire a girare per le loro città alla ricerca del miglior brand di nicchia. L'obiettivo di La Terra di Puglia è esattamente quello di accontentare il palato di chi cerca un prodotto enogastronomico di nicchia capace di riportare chi assaggia indietro nel tempo. Ad un tempo in cui il sapore era schietto e pulito ed era il risultato della scarsissima per non dire nulla elaborazione delle materie prime. E noi, in Puglia, la materia prima ce l'abbiamo davvero buona. Un po' di buon gusto, tanta voglia di fare, le ricette della nonna sempre sottomano, ed ecco che nasce un catalogo di prodotti tipici pugliesi decisamente eccellente. Non ti resta che provare i nostri taralli pugliesi o altri prodotti enogastronomici pugliesi presenti in catalogo! 

Non contiene lievito, allergeni: glutine e solfiti

Valori nutrizionali per 100g di prodotto Valore energetico 381,60 K/1596,60 KJ Carboidrati / di cui zuccheri 75 g / 1 g Grassi / di cui saturi 17 g / 1,79 g Proteine 7,03 g - Fibre 1,40 g Sale 17mg Calcio 2% Ferro 4%


Prodotti correlati